Klinika Svjetlost

Grazie. La Sua richiesta é stata accettata. La contatteremo a breve.

Prenotate la visita online

CONSENTE per il trattamento dei dati personali per scopo di ricevere informazioni, offerte, risultati tecnologici e novità dalla Clinica Svjetlost:

Le prenotazioni per le visite

L impiegato responsabile della protezione dei dati personali:


voditelj@svjetlost.hr

Blog

Come leggere una prescrizione per gli occhiali?

Come leggere una prescrizione per gli occhiali?
Quante volte sei andato confuso dopo la visita a un oculista con una prescrizione di occhiali in mano, non sapendo cosa significano tutti queli numeri, se sei miope o ipermetrope o forse hai anche l'astigmatismo?
Quante volte sei andato confuso dopo la visita a un oculista con una prescrizione di occhiali in mano, non sapendo cosa significano tutti queli numeri, se sei miope o ipermetrope o forse hai anche l'astigmatismo?

La prescrizione degli occhiali da vista hanno molte abbreviazioni e speriamo che questo testo ti faciliti l'interpretazione.

All'inizio, ovviamente, viene dato il tuo nome e cognome, e il tuo anno di nascita. Quindi scrive la diagnosi o il nome dell'errore di rifrazione dell'occhio. Questi possono essere miopia, ipermetropia, astigmatismo) e presbiopia degli anziani o diottria da lettura.

Questo di solito è seguito da un sommario tabellare con molte abbreviazioni: OD, OS, OU, Dsph, Dcyl, Axis, Prsim, base, PD ... cosa significa tutto questo?
L'occhio destro è di solito etichettato con l'abbreviazione latina OD = oculus dexter nelle ricette e l'occhio sinistro è OS = oculus sinister. Le abbreviazioni D.o - occhio destro e L.o. sono facilmente reperibili da qualche parte in Croazia. - occhio sinistro invece di OD e SO latini.

Questo è seguito dall'abbreviazione Dsph = Diottria Sfera (sfera, sph) si riferisce alla forza della lente di cui hai bisogno. Può avere il segno più e meno. Avere un segno MENO davanti a un numero in questo campo significa che ha la vista BREVE e che è necessario RIDURRE il potere di rifrazione complessivo dell'occhio per ottenere un'immagine chiara. Se hai un segno PIÙ davanti a un numero in questo campo, allora sei ipermetrope e quindi è necessario aumentare il potere di rifrazione complessivo dell'occhio con gli occhiali in modo da poter vedere chiaramente. Dopo la sfera, si vede Dcyl I Axis (Ax). La diottria cilindrica è una designazione per una lente cilindrica che corregge un difetto chiamato astigmatismo. Se hai qualcosa in questo campo, significa che devi aumentare (segno più) o diminuire (segno meno) la forza di rifrazione di un meridiano (solo in una direzione specifica). Accanto al cilindro è Ax = axis, l'asse lungo il quale dovrebbe essere aggiunta la lente cilindrica. La vista simile a una ricetta del goniometro è correlata alla visualizzazione di quell'asse (Figura 1.)


Figura 1. Vista del meridiano rispetto all'occhio



Se questi campi non sono riempiti, significa che non hai diottrie sferiche o cilindriche o che si discostano leggermente dalla norma e che non hai bisogno di occhiali.

Le successive due colonne (Pris, Base) si riferiscono alla correzione del prisma. I prismi sono prescritti meno frequentemente e questi campi sono generalmente vuoti sulle prescrizioni. Il vetro prismatico sposta l'aria verso la base, prescrivendoli quando vogliamo spostare la direzione di vedere uno o entrambi gli occhi (per problemi con la visione binoculare, alcune forme di strabismo, ad esempio strabismo, nistagmo o scuotimento dell'occhio). Il numero nella colonna Pris indica la forza della lente del prisma di cui il paziente ha bisogno e il lato Base su cui l'ottico dovrebbe posizionare la base del prisma. Il prisma può essere rivolto verso l'interno (nasale), verso l'esterno (temporale), verso l'alto o verso il basso. Il medico di solito disegna dove dovrebbe trovarsi la base.

Tutte queste diottrie possono essere trovate in occhiali a lunga distanza e da vicino. Le persone di età inferiore a 40 anni hanno spesso bisogno di un paio di occhiali da distanza e vicini, e oltre 40 potrebbero aver bisogno di due diversi occhiali da vista per distanza e da vicino, o semplicemente occhiali vicini, che sono chiaramente separati nella prescrizione nell'ordine corretto.

Le lenti naturali perdono la loro elasticità con l'età e dopo 40-45 anni non possono con la facilitá permetere il lungo lavoro a distanza ravvicinata . Quindi la maggior parte delle persone non possono focalizzare chiaramente la vista a vicino, quindi è il momento di iniziare a indossare i cosiddetti "diottrie di lettura". Negli anni quaranta, abbiamo bisogno di una piccola diottria per un comodo lavoro a vicino (fino a +1,00 Dph), ma tale diottria aumenta di 65-70 anni (fino a +3,00 Dph). Questi occhiali sono scritti in una sezione separata (utilizzare a distanza ravvicinata).

La prescrizione per gli occhiali deve includere anche la distanza delle pupille, espressa in millimetri (PD = distanza pupillare). Quando abbiamo bisogno di due paia di occhiali, qui sono registrati due numeri, perché quando guardiamo i nostri occhi, i nostri occhi si spostano leggermente verso l'interno.

 

  Nella Figura 2 puoi vedere come è organizzato tutto questo sulla prescrizione della nostra clinica.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CONSENTE per il trattamento dei dati personali per scopo di ricevere informazioni, offerte, risultati tecnologici e novità dalla Clinica Svjetlost: