Klinika Svjetlost

Grazie. La Sua richiesta é stata accettata. La contatteremo a breve.

Prenotate la visita online

CONSENTE per il trattamento dei dati personali per scopo di ricevere informazioni, offerte, risultati tecnologici e novità dalla Clinica Svjetlost:

Le prenotazioni per le visite

L impiegato responsabile della protezione dei dati personali:


voditelj@svjetlost.hr
Servizi
Prof. Dott. sc. Nikica Gabric ha eseguito la prima rimozione di diole laser in Croazia. La clinica Svjetlost si occupa della rimozione laser della diottria per 22 anni.

La visita per il glaucoma

La visita consiste in:
  1. la misurazione dell'acutezza visiva la pressione oculare
  2. l'esame del campo visivo
  3. la misurazione dello spessore corneale (pachimetria)
  4. l'esaminazione dell'angolo irido-corneale (gonioscopia)
  5. l'esaminazione del nervo ottico e degli eventuali danni utilizzano il tomografo ottico a coerenza (OCT)
All'inizio della visita, il medico fa un'inchiesta dettagliata per determinare il motivo per cui il paziente si è recato alla clinica oftalmologica. Oltre i problemi che il paziente averte in quel momento, si cerca di raccogliere tutte le informazioni che riguardano il suo stato di salute fina a quel momento, le eventuali patologie oftalmologiche familiare ecc. Poi viene controllata l'acuità visiva e viene effettuato l'esame sul microscopio per determinare lo stato del segmento anteriore e posteriore dell'occhio.
 
Dopo viene esaminato l'angolo irido-corneale e l'esame viene effettuato dai membri dello staff specializzati. L'esame non causa dolore, però richiede la concentrazione del paziente e quindi può durare fino a un'ora.
Dopo aver finito, il paziente torna dello specialista che fa la misurazione della pressione oculare. Viene applicato il collirio anestetico per cui l'esame non crea fastidi. Lo stesso collirio viene somministrato anche per l'esame che segue cioè la gonioscopia che misura l'angolo irido-corneale. A tale scopo una lente viene appoggiata direttamente sulla superficie dell'occhio ed è completamente indolore. È consigliabile spiegare al paziente tutti i passi di questa procedura poiché la collaborazione viene facilitata.
 
Se l'angolazione irido-corneale lo permette, vengono dilatate le pupille per poter fare un esame dettagliato del nervo ottico e della macula. Viene usato lo strumento chiamato OCT per fare la tomografia ottica a coerenza. Anche questo è un esame non invasivo e preciso che ci permette di ottenere molti dati importanti sugli eventuali danni del nervo ottico o la macula. Questa parte dell'esame dura tra i 30 ed i 60 minuti (dipende dalla velocità della dilatazione delle pupille del paziente). A causa delle pupille dilatate e la vista offuscata per qualche ora, si sconsiglia la guida. 
 
Nella parte finale dell'esame, tutti gli esiti vengono analizzati insieme è viene prescritta la terapia se necessaria. All'inizio viene trattata con le gocce ma poi per ottenere i risultati migliori può essere usato anche il laser. Se neanche questo riesce ad ottenere i risultati soddisfacenti, il paziente viene sottoposto all'intervento chirurgico per cercare di abbassare la pressione oculare e raggiungere i valori normali.